Organi dirigenti

Direzione regionale eletta nel Congresso tenuto a Chieti il 13 novembre 2018

Canale Franca

Catini Saturnino

Del Giudice Gigliola

Delle Monache Antonio (Presidente provinciale Pescara)

Di Carlo Dante (Presidente provinciale Teramo)

Di Cicco Tino

Di Martino Nadia

Giannantonio Nicola

Legnini Nicola

Oleandro Geppino

Pezzuto Egidio

Piccirelli Rocco (Presidente provinciale Chieti)

Salviani Sabatino

Sarra Donatella (Presidente provinciale L’Aquila)

Terenzi Antonio (Presidente Regionale)

Tieri Maria

assicurazione-rca-noleggio-auto-lungo-termine

Ivass scopre 6 siti che vendevano false assicurazioni

L’Ivass ha segnalato altri 6 siti che vendevano irregolarmente polizze assicurative.

Le polizze ricevute dai clienti sono false e i relativi veicoli purtroppo non sono assicurati.

Ecco i siti segnalati

www.agv-brokers.com

www.biomedia-assicurazioni.com

www.assione.net

www.mansuttibroker.net

www.assirubino.com

www.vivaldibrokers.com

Continua a leggere»
cassetta poste

Poste: maximulta da parte dell’Antitrust per la mancata consegna delle raccomandate.

Danni e disservizi ai cittadini e all’intero sistema della giustizia. Al via la raccolta di segnalazioni per avviare iniziative legali.

Maximulta irrogata dall’Autorità Antitrust nei confronti di Poste Italiane per la promozione, risultata ingannevole, di caratteristiche del servizio di recapito delle raccomandate e del servizio di ritiro digitale delle stesse.

L’Autorità ha verificato che le tempistiche del recapito delle raccomandate risultavano ben diverse da quelle promesse, ma soprattutto le modalità erano differenti da quelle prescritte dalla legge.

Sotto la lente dell’Antitrust, in particolare, il mancato tentativo di consegna nelle mani del destinatario, segnalato da molti utenti costretti a lunghe file e perdite di tempo per il recupero delle raccomandate non diligentemente consegnate.

Continua a leggere»
ecobonus

ECOBONUS 110% DECRETO RILANCIO: ISTRUZIONI OPERATIVE

Il Decreto legge n. 34/2020, convertito con modificazione con la legge n. 77/2020, meglio noto come DECRETO RILANCIO, ha previsto un importante provvedimento volto al recupero del patrimonio edilizio in particolare per quello che insiste nelle aree soggette a rischio sismico (cosiddetto SISMABONUS) e riqualificazione energetica degli edifici (cosiddetto ECOBONUS) con un’aliquota del 110% di detrazione delle spese sostenute per interventi che si realizzeranno entro il 31 dicembre 2021.

E’ un provvedimento complesso e molto articolato, per venire incontro alle esigenze dei nostri Lettori ed Utenti abbiamo ritenuto utile pubblicare la ‘Guida’ che l’Agenzia delle Entrate ha predisposto unitamente alla circolare interpretativa, modelli e istruzioni per la stessa compilazione dei documenti.

I nostri sportelli restano comunque a disposizione per ogni possibile chiarimento.

https://www.federconsumatoriabruzzo.it/sportelli/

Scarica i documenti:

Guida Superbonus 110%

Provvedimento attuativo 119-121 DL Rilancio 08.08.2020

Circolare n. 24 del 8 agosto 2020

Modello Opzione

Istruzioni per la compilazione Modello Opzione

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

2 Scuola e covid

Scuola. Pubblicate le indicazioni operative per la gestione dei casi e focolai di SARS-CoV-2

Sono disponibili le “Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia”.

Il documento è stato elaborato dal Ministero insieme all’Istituto Superiore di Sanità, al Ministero della Salute, all’INAIL, alla Fondazione Bruno Kessler, alla Regione Veneto e alla Regione Emilia-Romagna.

Il documento, che costituisce un supporto operativo chiaro per le scuole e le famiglie, è un documento ufficiale.

Scarica il documento

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

Tua-autobus-Abruzzo-Notizie-4-e1541178545666

COVID – RIMBORSI ABBONAMENTI NON FRUITI: COME FARE

Riportiamo le istruzioni per presentare domanda di rimborso per i titoli di viaggio non fruiti causa Covid e conseguente blocco delle attività.

Di seguito il link della Società TUA

IMPORTANTE  LE DOMANDE DEVONO ESSERE PRESENTATE ENTRO IL 31 AGOSTO

https://www.tuabruzzo.it/index.php?id=91&itemid=95

Continua a leggere»
spiagge(7)

Indagine Federconsumatori sul bonus vacanze. Solo il 46% delle strutture monitorate lo accetta. Necessario renderlo realmente fruibile.

Stiamo ricevendo in questi giorni molte segnalazioni di cittadini che si lamentano del fatto che molte strutture alberghiere non accettano i bonus vacanza istituiti dal Governo per agevolare le famiglie, permettendo loro di usufruire delle ferie estive e per sostenere il settore del turismo in grande difficoltà nel nostro Paese a causa della pandemia.

Al di là delle polemiche degli albergatori sulle modalità con cui è stato strutturato il bonus, lo riteniamo un importante strumento di sostegno per le famiglie… se solo venisse accettato!

L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha infatti monitorato 370 strutture in tutto il territorio nazionale, ubicate nelle principali località turistiche al mare, in montagna, nonché nelle città d’arte, chiedendo se accettassero o meno il bonus.

Continua a leggere»
viaggi

Turismo: l’UE avvia una procedura di infrazione verso l’Italia per i rimborsi dei viaggi

Modificare subito la normativa per garantire agli utenti la restituzione delle somme pagate  

La Commissione Europea ha avviato una procedura di infrazione nei confronti dell’Italia per aver promulgato una normativa nazionale che lascia a compagnie aeree, tour operator e agenzie la facoltà di decidere, in caso di viaggi non fruiti a causa dell’emergenza sanitaria, se restituire ai clienti l’importo versato o se erogare il rimborso tramite voucher. L’avvio del procedimento da parte dell’UE arriva dopo gli interventi già avviati da Enac e Antitrust e dimostra (come se ce ne fosse ancora bisogno!) la necessità di un’immediata modifica della legge che appunto regolamenta questi stessi rimborsi.

Come Federconsumatori abbiamo evidenziato più volte nelle scorse settimane e non ci stanchiamo di ribadirlo: non possono essere gli utenti a pagare le conseguenze del momento di difficoltà che l’intero comparto turistico sta attraversando. È necessario individuare altri meccanismi a sostegno del settore, garantendo però la tutela dei diritti dei cittadini. Ci chiediamo a questo punto cosa aspetti il Governo ad intervenire e a modificare la normativa, lasciando quindi agli utenti la facoltà di scegliere tra la restituzione della somma pagata e l’emissione del voucher.

What do you want to do ?

New mail

moratoria

Moratoria famiglie, facilitazioni bancarie prorogate fino al 30 settembre

L’Associazione bancaria italiana comunica che è stata prorogata al 30 settembre la possibilità di utilizzare le moratorie attivate dal settore bancario per sostenere i clienti in difficoltà per l’emergenza coronavirus

La possibilità di usufruire delle moratorie attivate dal settore bancario con la crisi da coronavirus viene prorogata fino al 30 settembre. Fra queste rientrano gli accordi sottoscritti fra l’Associazione bancaria italiana (Abi) e le associazioni dei consumatori.

Continua a leggere»
euro(14)

Bancarotta Wirecard: carte SisalPay e Soldo bloccate

Ripristinare al più presto l’operatività, garantendo il rimborso delle somme ai clienti. 

Federconsumatori vigilerà sui tempi  e sulla correttezza delle procedure.

La bancarotta dell’ex colosso mondiale dei pagamenti tedesco Wirecard sta riportando ripercussioni anche nel nostro Paese.

Sono circa 325.000 i possessori di carte di debito emesse in Italia da Wirecard, tra cui le carte prepagate SisalPay, con fondi attorno a 20 milioni di euro, che sono state bloccate dopo lo stop operativo imposto dalla Financial Conduct Authority britannica alla fintech tedesca finita nell’occhio del ciclone per l’ipotesi di falso in bilancio.

Continua a leggere»
POLIZZE-DORMIENTI

POLIZZE DORMIENTI: RIAPERTI I TERMINI PER RICHIEDERE RIMBORSO

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha riaperto i termini per la presentazione delle domande di

rimborso parziale delle polizze vita cosiddette  “dormienti”.

Cosa sono le polizze dormienti e come scoprire se si è beneficiari di questo tipo di polizza?

Si tratta di una polizza vita il cui capitale maturato non è stato liquidato per vari motivi: 

  • Decesso del contraente/assicurato; 
  • non conoscenza di essere beneficiari di una polizza; 
  • scadenza della polizza, ecc..

Queste polizze non reclamate “dormono” nelle casse degli intermediari, (banche, compagnie di

assicurazione, ecc.) e, se non vengono reclamate, dopo 10 anni, vengono trasferite

dall’intermediario al Fondo Rapporti Dormienti, presso la Consap, la concessionaria dei Servizi

Assicurativi Pubblici, che lo gestisce. Se, trascorsi altri 10 anni, nessuno ne reclama il premio,

vengono prescritte e non se ne può più chiedere conto.

Come sapere se si è beneficiari di una polizza vita?

Due sono le vie da seguire:

  • rivolgersi al Servizio Ricerca Polizze Vita dell’ANIA, l’Associazione nazionale delle imprese di

assicurazione. Oltre a fornire il nome della persona che si ritiene possa essere intestataria della

polizza, è bene formulare tante richieste per quanti sono gli ipotetici beneficiari. Ad esempio, nel

caso del decesso di un familiare padre di due figli, oltre alla moglie è bene presentare una

richiesta di ricerca anche a nome di ciascun figlio;

  • rivolgersi all’intermediario assicurativo (banca o impresa di assicurazione) di cui si serviva il

familiare chiedendo informazioni sull’esistenza di una polizza a suo nome e i nomi degli eventuali

beneficiari. (In calce il modulo di richiesta)

Per entrare in possesso delle somme giacenti presso il Fondo, gli aventi diritto devono presentare

una domanda di rimborso parziale alla luce di quanto previsto dall’avviso emanato dal Ministero (allegato in calce). 

A quanto ammonta il rimborso ?

Il rimborso arriva fino ad un massimo del 50% del valore della polizza.

Quali polizze sono rimborsabili ?

Sono rimborsabili le polizze il cui diritto alla riscossione è maturato dopo il 1° gennaio 2006 e la

cui prescrizione sia avvenuta prima del 1° gennaio 2012.

Quando presentare la domanda di rimborso ?

Le domande possono essere presentate a partire dal 15 giugno 2020 fino al 15 settembre 2020.

Dove presentare la domanda ?

La domanda va presentata esclusivamente al Portale Unico Consap, previa registrazione.

Per ulteriori informazioni, si può scrivere a: polizzedormienti@consap.it

 

Clicca di seguito per scaricare gli allegati: