Organi dirigenti

Direzione regionale eletta nel Congresso tenuto a Chieti il 13 novembre 2018

Canale Franca

Catini Saturnino

Del Giudice Gigliola

Delle Monache Antonio (Presidente provinciale Pescara)

Di Carlo Dante (Presidente provinciale Teramo)

Di Cicco Tino

Di Martino Nadia

Giannantonio Nicola

Legnini Nicola

Oleandro Geppino

Pezzuto Egidio

Piccirelli Rocco (Presidente provinciale Chieti)

Salviani Sabatino

Sarra Donatella (Presidente provinciale L’Aquila)

Terenzi Antonio (Presidente Regionale)

Tieri Maria

Televisore

Canore Rai: la comunicazione di non possesso/disdetta va inviata entro il 31 gennaio 2021

I contribuenti titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale che non detengono apparecchi televisivi, o che vogliono disdire l’abbonamento, in quanto non ne detengono più in alcuna dimora (ad esempio perché li hanno ceduti), devono presentare la dichiarazione sostituiva di non detenzione compilando e inviando comunicazione nelle modalità sottoelencate.
La dichiarazione di non detenzione, per avere effetto per l’intero anno, deve essere presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento.
La dichiarazione sostitutiva va presentata ogni anno se continua a sussistere la non detenzione dell’apparecchio tv.

Modalità di presentazione
La dichiarazione sostitutiva può essere presentata tramite:
• applicazione web disponibile sul sito di Agenzia delle Entrate
• intermediari abilitati
• posta elettronica certificata, purché la dichiarazione stessa sia sottoscritta mediante firma digitale, coerentemente con quanto previsto dagli articoli 48 e 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell’Amministrazione Digitale).
La dichiarazione firmata digitalmente dovrà essere inviata mediante PEC all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it, entro gli stessi termini previsti dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia per le altre modalità di invio (plico raccomandato senza busta o invio telematico)
• forma cartacea, (Qui il Modello) mediante spedizione a mezzo del servizio postale all’Ufficio Canone TV – c.p.22 Torino – per plico raccomandato senza busta unitamente a copia di un valido documento di riconoscimento.
Gli sportelli Federconsumatori Abruzzo sono a disposizione per ogni informazione in merito https://www.federconsumatoriabruzzo.it/sportelli/

Scarica il pdfhttps://www.federconsumatoriabruzzo.it/wp-content/uploads/2021/01/Provvedimento-24-febbraio-2017-Canone-Rai_ENTRATE_dich_sost-RAI_mod.pdf

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

etichetta-a-batteria-copertina-660x330

Etichetta a batteria: l’informazione nutrizionale degli alimenti è divenuta realtà

Educare il consumatore ad una corretta composizione della alimentazione giornaliera, ponendolo in allarme quando cresce il livello di riempimento dei nutrienti all’interno della batteria, informandolo e consentendogli di fare, al contempo, scelte consapevoli rispetto alla dieta che autonomamente segue.
E’ questo l’obiettivo perseguito dal decreto interministeriale 19 novembre 2020 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 7 dicembre 2020.

Il sistema italiano di etichettatura, rappresentato dalla raffigurazione grafica di una batteria, costituisce una alternativa al sistema semaforico ed ha l’obiettivo di fornire ai consumatori informazioni nutrizionali chiare, semplici, ma allo stesso tempo complete per una corretta composizione della propria alimentazione giornaliera.
Il logo indica il contenuto di energia, grassi, grassi saturi, zuccheri e sale presente in una singola porzione di alimento. Il contenuto energetico è espresso sia in Joule che in Calorie mentre il contenuto di grassi, grassi saturi, zuccheri e sale sono espressi in grammi. Inoltre, all’interno del simbolo a “batteria” è indicata la percentuale di energia, grassi, grassi saturi, zuccheri e sale apportati dalla singola porzione rispetto alle quantità giornaliere di assunzione raccomandata.

Il campo di applicazione del logo nutrizionale esclude:
a. gli alimenti confezionati in imballaggi o in recipienti la cui superficie maggiore misura meno di 25 cm²;
b. i prodotti DOP, IGP e STG di cui al regolamento (UE) n.1151/2012 in ragione del rischio che l’apposizione di ulteriori loghi impedisca al consumatore di riconoscere il marchio di qualità.

Bonus sociale 2021

BONUS SOCIALE AUTOMATICO

Tra le novità più importanti per i Consumatori nel 2021 il riconoscimento in maniera automatica del Bonus Sociale a quanti ne hanno diritto.
Isee non superiore a € 8.265,00 oppure con 4 figli a carico Isee non superiore a 20.000,00 € ed i possessori di reddito o pensione di cittadinanza.
La Federconsumatori accoglie questa novità con particolare soddisfazione perchè da sempre è stata una battaglia della nostra Associazione, esentare cioè gli aventi diritto dall’onere di dover rinnovare ogni anno la richiesta per fruire di questo diritto; cosa non trascurabile l’elevato numero di aventi diritto che non producendo domanda non fruivano del bonus.
La Federconsumatori Abruzzo resta a disposizione per ogni informazione presso le proprie sedi presenti su tutto il territorio regionale https://www.federconsumatoriabruzzo.it/sportelli/ oppure scrivere a: presidenza@federconsumatoriabruzzo.it

Acquisit on line

Come fare acquisti online in sicurezza: il vademecum di Federconsumatori

Nel corso del 2020 le sedi di Federconsumatori in tutto il Paese hanno registrato un aumento delle richieste di assistenza da parte di utenti in merito a truffe per acquisti online.

Nei mesi del lockdown gli italiani hanno preso confidenza con lo shopping online, anche per necessità, e hanno probabilmente abbassato troppo la guardia con il risultato che più acquirenti sono stati truffati rispetto agli anni scorsi. A conferma di ciò, infatti, il numero delle segnalazioni e di denunce ricevute sul sito della Polizia Postale e delle Comunicazioni, sommate a quelle delle persone arrestate e denunciate nel corso del 2020, ha registrato un incremento dell’89.1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La tendenza allo shopping su Internet, però, non accenna a diminuire nonostante l’allentamento delle misure restrittive e, quindi, è necessario uno sforzo di attenzione in più per proteggere il portafoglio. Ecco un decalogo di regole base di prudenza, redatto dalla sede regionale di Federconsumatori Sicilia ma utile in tutta Italia, da rispettare per fare acquisti online rischiando meno.

VADEMECUM DI FEDERCONSUMATORI PER GLI ACQUISTI ONLINE

1) Controlla il prezzo, non solo prima di comprare

Un prezzo troppo basso rispetto alla concorrenza deve sempre accendere il dubbio nel consumatore: perché gli altri fanno pagare di più?

Uno sconto troppo forte e molto visibile nella pagina di acquisto, potrebbe nascondere un precedente rincaro. Monitorare nel tempo le variazioni del prezzo di un bene che si vuole acquistare, su più siti di vendita, è la prima regola per evitare le truffe.

Continua a leggere»
TRUFFA CALDAIE

Truffa incentivi per impianti termici a Teramo

Il GSE chiede la restituzione di circa 4 mln di Euro per contributi illegittimi.

Federconsumatori pronta ad assistere gli utenti vittime a loro volta di un raggiro.

La Federconsumatori, attraverso la sua struttura di Teramo, ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini coinvolti nella truffa degli incentivi per la sostituzione di impianti energetici nell’area di Giulianova, Teramo, Roseto degli Abruzzi, Campli, Corropoli, Tortoreto.

La maggior parte delle pratiche di richiesta dell’incentivo energetico (Conto Termico) per l’installazione di impianti di climatizzazione, termo-camini, stufe a pellet e scalda acqua, espletate nel giro di due anni, sono risultate corredate da falsa documentazione, in base alla quale il GSE ha erogato indebitamente, a numerosi soggetti privati, incentivi pubblici superiori al dovuto.

Continua a leggere»
black-friday-2020-1280x720

Black friday, 27 novembre 2020.

Occasione propizia ma non trascurare

le proposte che provengono dal territorio

Il Black friday è alle porte. Stante la condizione di Abruzzo ZONA ROSSA il venerdì nero delle offerte speciali che si terrà in Italia il 27 novembre può diventare l’occasione più propizia per fare acquisti prima di Natale.

Lo shopping a portata di click richiede però delle accortezze. Innanzitutto se si vogliono fare degli acquisti è però preferibile effettuarli su piattaforme in grado di far fronte a grandi richieste per evitare che i prodotti arrivino in ritardo e, accogliendo una proposta che viene dal territorio, vedere se i negozi presso cui ci si rivolge normalmente effettuano vendite on line o siano presenti su piattaforme nazionali.

Continua a leggere»
Ryanair

Ryanair: negato il rimborso agli utenti delle zone rosse e arancioni

Federconsumatori chiede intervento ENAC

Con l’ultimo Dpcm l’Italia è stata divisa in Regioni giallearancioni e rosse, in base alla gravità della situazione, con relative misure specifiche che prevedono restrizioni alla mobilità dei cittadini. Provvedimenti che riaprono nuovamente la questione rimborso/voucher per i voli già acquistati e non utilizzabili da chi si trova in zona rossa o arancione. Tematica già nota dai tempi del lockdown nazionale della scorsa primavera e che riguarda, in particolar modo, Ryanair.

Sono tante, infatti, le segnalazioni pervenute alla Federconsumatori da parte di cittadini impossibilitati ad usufruire di un volo Ryanair già prenotato, i quali riferiscono il rifiuto da parte del vettore di rimborsare il biglietto in denaro o tramite voucher. Tante anche le lamentele degli utenti sulla pagina Facebook della compagnia.

Continua a leggere»
Tua 2

L’AQUILA, TRASPORTI PUBBLICI: AUTOBUS PIENI E CORSE CARENTI, LA DENUNCIA DI FEDERCONSUMATORI

Come presidente di Federconsumatori L’Aquila mi sono arrivate molteplici segnalazioni nella giornata di ieri (lunedì 28/09) quando un gruppo di studenti che da L’Aquila tornavano a Tornimparte sono stati fatti scendere dall’autista sotto la pioggia battente e sotto il ponte dell’autostrada di Pettino.

Lasciati ad attendere oltre un’ora che passasse la corsa successiva che non tutti hanno potuto prendere perché era stracolma di gente e quindi alcuni studenti hanno dovuto chiamare i rispettivi genitori che hanno dovuto lasciare il posto di lavoro per andare a riprendere i figli dopo che hanno pagato un abbonamento.

Un appello alla Regione affinché questo non accada più. Non è possibile assistere a simili inadempienze su un diritto costituzionalmente garantito.

Continua a leggere»
prosciutti

Origine obbligatoria per salumi e insaccati: cosa cambia in etichetta

Niente più mortadelle e salami “muti”, probabilmente la fine delle cosce di prosciutto “nazionali” di cui era più che lecito sospettare l’arrivo – magari surgelate – da paesi del nord Europa. È il risultato del decreto sull’indicazione di origine delle carni suine, appena entrato in vigore con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Esaurite le scorte delle vecchie produzioni (nel caso dei prodotti confezionati), dovremo trovare indicate in maniera leggibile e sul fronte principale delle etichette le seguenti informazioni:
– Paese di nascita: (nome del paese di nascita degli animali);
– Paese di allevamento: (nome del paese di allevamento degli animali);
– Paese di macellazione: (nome del paese in cui sono stati macellati gli animali).

E questo varrà per le preparazioni di carni suine e prodotti a base di carne suina (dunque salumi e insaccati) così come per le carni separate meccanicamente (così comuni in polpette, nuggetts e cotolette panate).

Continua a leggere»
malati-oncologici-che-non-rispondono-piu-alle-cure-convenzionali

Rimborsi per i malati oncologici. Scadenza presentazione domande 30 settembre

Per chi affronta questa malattia non c’è nulla che possa essere d’aiuto ma un piccolo rimborso per le SPESE sostenute nell’anno corrente dai PAZIENTI sottoposti a TERAPIE ONCOLOGICHE o connesse a TRAPIANTO DI ORGANI è comunque un sollievo.

 SCADENZA

C’è tempo FINO AL 30 SETTEMBRE 2020 per LA PRESENTAZIONE della DOMANDA dei rimborsi PER L’ANNO IN CORSO.

(Dal 2021 la scadenza per la presentazione della domanda sarà quella del 30 aprile e possono essere presentate istanze per spese sostenute nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020)

DESTINATARI

Le famiglie  residenti nei Comuni della Regione Abruzzo che hanno al proprio interno un componente affetto da gravi patologie cliniche di carattere oncologico o che è in attesa di trapianto o è già stato sottoposto a trapianto al momento dell’invio della domanda di contributo.

SPESE AMMESSE A RIMBORSO

1) Spese di viaggio, vitto e alloggio dei soggetti che devono sottoporsi ai trattamenti clinici presso i luoghi dove insistono le strutture sanitarie individuate per le specifiche prestazioni di cura.

 2) Spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute da un familiare o accompagnatore, la cui presenza risulta certificata quale necessaria dalla competente struttura sanitaria.

IMPORTI MASSIMI DEI RIMBORSI

Il limite massimo di contributo riconoscibile ad ogni nucleo familiare è fissato in € 2.000 annui, ovvero in € 3.000 annui in caso di rimborso delle spese sostenute da paziente e accompagnatore.

Tutti i documenti in originale necessari da allegare sono elencati nel Regolamento che unitamente alla Legge regionale 42/2019, al Regolamento di attuazione ed allo Schema di domanda possono essere scaricati in fondo a questo articolo.

Legge regionale Abruzzo 10-12-2019 n. 42

Regolamento-attuazione

Modello di domanda

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail

What do you want to do ?

New mail