Aumenti energia: Queste le richieste di FEDERCONSUMATORI al Governo

L’andamento dei prezzi all’ingrosso dell’energia spinge in alto i prezzi di Luce e Gas tanto da preoccupare notevolmente le famiglie italiane.

Le nostre bollette però non vedono solo la presenza delle voci dell’energia consumata e/o comunque correlate a queste, molte altre se ne aggiungono facendo arrivare il peso dell’energia a valori tra il 30/40 % del costo complessivo che l’Utente va a pagare.

La Federconsumatori da anni chiede che sia rivista la tassazione che grava sull’energia consumata dalle famiglie e che gli oneri impropri che gravano sulle bollette siano esclusi.

In questo particolare periodo, che vede preannunciarsi un aumento particolarmente pesante, soprattutto della bolletta gas, ma anche della luce elettrica visto che molta parte della energia distribuita in Italia è prodotta utilizzando gas, la Federconsumatori avanza al Governo richieste precise:

  • Operi una urgente riforma della tassazione sull’energia, rimodulando oneri di sistema, accise e applicando l’IVA solo sui costi della materia prima e non su importi già comprensivi di altre tasse.
  • Istituisca l’albo dei venditori autorizzati ad operare nel settore dell’energia in base a parametri che prendano in considerazione non solo la solidità e la correttezza e soprattutto il loro impegno nel campo dell’energia sostenibile.
  • Utilizzare, come già proposte recentemente dal Presidente Arera, i proventi delle aste dei permessi di emissione CO2 per calmierare i prezzi. (Per tali voci, solo nel secondo trimestre, l’Italia ha ricavato 719 milioni di Euro)
  • Avviare delle politiche di sistema che puntino ad affermare la transizione nel nostro Paese senza creare inutili contrapposizioni tra chi promuove la sostenibilità e chi denuncia la grave emergenza sociale e l’avanzare della povertà energetica.