Trasporto aereo: Ryanair, Wizzair, Volotea e EasyJet non si sono ancora adeguate al regolamento a tutela di minori e disabili.

L’Enac ha reso noto che, dai primi accertamenti effettuati, Ryanair, Wizzair, Volotea e EasyJet non si sono correttamente adeguate alle diposizioni dell’Autorità a tutela dei minori e dei disabili.

L’Autorità ha infatti adottato un provvedimento in via d’urgenza per garantire l’assegnazione gratuita, senza dover pagare alcun supplemento o maggiorazione, dei posti a sedere a genitori e/o accompagnatori vicino ai minori e alle persone a mobilità ridotta con cui viaggiano.

Una necessità nata proprio dalla assurda richiesta, da parte di molte compagnie aeree low cost, del pagamento di una tariffa aggiuntiva, a volte superiore al costo del biglietto, per consentire ai genitori di sedersi accanto ai propri figli minori, e ai familiari di stare vicino a persone disabili e a ridotta mobilità.

Una pratica del tutto inaccettabile e irragionevole, a cui giustamente l’Enac ha posto fine, incontrando non poca resistenza da parte delle compagnie che, infatti, tardano ad adeguarsi al nuovo regolamento in materia.

Ecco allora che giungono le prime sanzioni: Ryanair nei giorni scorsi è stata multata per 35.000 €, mentre per i vettori Wizzair, Volotea e EasyJet è stato avviato il procedimento per irrogare le sanzioni.

È francamente incomprensibile l’arroganza delle compagnie, che incuranti di norme e regolamenti continuano ad applicare sovrapprezzi ai posti a sede di genitori e accompagnatori, con l’intento di massimizzare gli introiti mostrando, come in tante occasioni passate, la totale noncuranza nei confronti dei diritti dei passeggeri, anche di quelli più fragili.

Ci auguriamo che le sanzioni siano sufficienti a costituire un deterrente nei confronti di tale comportamento, sennò chiederemo all’Autorità di inasprirle, prevedendo inoltre una aggravante qualora si sia soggetti a più provvedimenti sanzionatori a distanza di breve tempo.

È inammissibile, infatti, che siano sempre le stesse compagnie ad essere sanzionate dall’Enac e non solo: Ryanair, Wizzair, Volotea e EasyJet negli ultimi anni sono state protagoniste di innumerevoli sanzioni (dal sovrapprezzo per i bagagli a mano, ai ritardi e mancati rimborsi per i voli cancellati causa covid, solo per citare gli esempi più eclatanti).