Organi dirigenti

Latte 4

Latte: scatta obbligo di indicazione d’origine in etichetta

Scatta definitivamente l’obbligo di indicare obbligatoriamente in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari come burro, formaggi, yogurt. È scaduto infatti il termine di 180 giorni fissato per smaltire le confezioni etichettate con il vecchio sistema. Il decreto relativo all’Indicazione dell’origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattieri caseari, approvato congiuntamente dai ministri delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, e dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, per dare attuazione al regolamento (UE) n. 1169/2011 porta infatti la data del 19 aprile 2017.

Continua a leggere»
casa conviene

Riparte la campagna informativa CasaConviene

Promossa dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri .               

L’iniziativa vuole far conoscere tutte le agevolazioni fiscali e le facilitazioni per acquistare, dare in affitto o rinnovare un immobile.

http://www.federconsumatoriabruzzo.it/wp-content/uploads/2017/10/Opuscolo-2017-CasaConviene-2.pdf

Nel corso del 2016 il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha avviato una campagna di informazione sulle agevolazioni fiscali per gli interventi edilizi e sulle misure a favore di lavoratori con difficoltà nell’accesso al mutuo o nel pagamento delle rate, denominata “Casa Conviene”. L’iniziativa, realizzata per promuovere la conoscenza presso i cittadini delle opportunità per l’abitare previste dalla legge, si è rafforzata nel 2017 per stimolare ancor di più la vasta platea composta da famiglie, proprietari di immobili ad uso abitativo, locatari ed imprese, ad usufruire dei vantaggi derivanti da tali provvedimenti.

Continua a leggere»
Aereoporto Pescara

VOLI CANCELLATI, RITARDI, DISAGI?: QUALI DIRITTI PER I VIAGGIATORI?

SENTENZA FAVOREVOLE PER FAMIGLIA DI PESCARA ASSISTITA DALLA FEDERCONSUMATORI

Il Giudice di Pace di Pescara con sentenza 453/2017 del 21 aprile scorso ha condannato “Air Vallèe” ed ha riconosciuto ad una Famiglia pescarese (padre madre e due figlie) che avevano programmato di trascorrere una vacanza a Catania partendo dall’aeroporto di Pescara, ma poi stati costretti a raggiungere Roma per essere imbarcati su volo diretto Catania, causa cancellazione del volo da Pescara e con destinazione finale raggiunta con un ritardo complessivo di circa sei ore. Guarda il video intervista all’Avv. Alessandro Palucci:

https://www.facebook.com/federconsumatoriabruzzo/videos/1817957445181075/ 

Continua a leggere»
Ryanair

Ryanair: voli cancellati. Federconsumatori a disposizione dei passeggeri per far valere i propri diritti.

Sono molte le segnalazioni che stiamo ricevendo da parte dei cittadini lasciati letteralmente “a piedi” da Ryanair. La compagnia ha in programma la cancellazione di circa 2.000 voli fino ad ottobre, circa 50 voli al giorno per le prossime sei settimane. La motivazione? “Dobbiamo mettere a riposo il personale” afferma la compagnia, cercando di edulcorare la pillola con un generico intento di “migliorare il tasso di puntualità dei viaggi, passato dal 90% a meno dell’80% nelle prime due settimane di settembre a causa degli scioperi dei controllori di volo, dal maltempo e dall’impatto crescente delle ferie di piloti e personale di cabina.”

Continua a leggere»
Popolare di Bari

Popolare di Bari: un’altra tegola per i risparmiatori abruzzesi?

Dopo le difficoltà patite dai risparmiatori abruzzesi per la vicenda delle quattro Banche fallite, una di queste la Carichieti, ma presenti nella nostra Regione anche di Banca Etruria e Banca Marche, un’altra tegola potrebbe abbattersi sui risparmiatori abruzzesi: la Popolare di Bari.

Una inchiesta giudiziaria è stata già avviata e la banca d’Italia ha avviato un’ispezione.

Continua a leggere»
Grano 2

Grano e riso, pubblicati decreti in Gazzetta Ufficiale: da febbraio obbligo di origine

Sono entrati in vigore i provvedimenti che introducono la l’obbligo di indicazione dell’origine del riso e del grano per la pasta in etichetta del sistema di etichettatura per il grano/pasta e riso, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. Lo ha reso noto il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali che ha annunciato la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei due decreti interministeriali, firmati dai Ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda.

Continua a leggere»
Agenzia delle entrate

Agenzia delle Entrate: attenzione alle false email in nome del fisco

Nuovi tentativi di truffa ai danni dei contribuenti. L’Agenzia delle Entrate sta ricevendo in questi giorni diverse segnalazioni relative a delle email spedite ai cittadini in cui viene chiesto di attivare procedure di rimborso o di regolarizzare la propria posizione fiscale.

Si tratta di email di phishing contenenti un link che, qualora cliccato, avvia il download di un virus che potrebbe danneggiare il computer dei destinatari. Le Entrate invitano coloro che ricevono queste email a cancellarle immediatamente.

Secondo le segnalazioni dei contribuenti, in una delle email si invita il destinatario a scaricare un modulo per richiedere un rimborso parziale del canone TV. In un’altra tipologia di email si chiede ai contribuenti di regolarizzare la propria posizione scaricando un apposito modulo e versando una determinata somma. Le email si concludono con l’indicazione di alcuni numeri telefonici, relativi agli uffici delle Entrate.

Tutte le informazioni contenute nelle email in questione sono false e l’Agenzia consiglia di cestinarle senza aprirle.

Per ogni ulteriore informazione rivolgersi presso gli sportelli di Federconsumatori Abruzzo:

http://www.federconsumatoriabruzzo.it/sportelli/

Fonte: Help consumatori

Pasta 1

Grano, pasta e riso: approvati decreti per obbligo di origine in etichetta

Due decreti interministeriali rendono obbligatoria l’indicazione di origine per riso e grano per la pasta in etichetta. Lo rende nota il Ministero delle Politiche Agricole che in una nota afferma che il Ministro Maurizio Martina –Ministro dell’Agricoltura- e Carlo Calenda –Ministro dell’Economia- hanno firmato oggi i provvedimenti in questione con i quali per due anni in via sperimentale si introduce il nuovo sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari.

Continua a leggere»
Serra Chiarano 3

Promozione turismo: in Abruzzo solo nei convegni !!!

 

Nonostante le continue enfatizzazioni sul valore economico del turismo, anche nella nostra regione, spesso siamo invece costretti ad assistere a comportamenti che procurano solo danni al turismo.

Presso le “gole di Chiarano” esiste da anni un’area attrezzata molto apprezzata da turisti locali e non.

Quest’area si trova presso la “Montagna spaccata” nell’altopiano delle 5 miglia, e la famiglia che da anni ha gestito quest’area, quest’anno non ha ottenuto il rinnovo della concessione.

Continua a leggere»
Siccità 2

Siccità: a rischio ambiente e salute cittadini

“Tanta fu la siccità quell’anno che le mucche produssero latte in polvere”. Ironia a parte, è ormai evidente che la morsa del caldo sull’Italia non accenna minimamente ad allentarsi e le colonnine di mercurio stentano ad abbassarsi. L’Sos acqua e siccità hanno provocato il codice rosso già n tre regioni della Penisola (Sardegna, Emilia Romagna e Toscana hanno dichiarato lo stato di emergenza per siccità), massima allerta in tutte le altre regioni e poi fiumi e laghi quasi a secco e agricoltura in ginocchio e rischio incendi.

Al problema dei cambiamenti climatici e dell’emergenza siccità, si aggiunge quello del sistema idrico, come gli elevati consumi, in particolare del settore agricolo, una rete di captazione, adduzione e distribuzione che fa acqua da tutte le parti (e non è un gioco di parole), la mancata messa in pratica del riutilizzo delle acque reflue depurate.

La denuncia della triste cornice che circonda la stagione estiva proviene da Legambiente che lancia un vademecum con quelli che a suo avviso sono gli interventi prioritari da adottare per evitare sprechi e dispersione idrica, a partire dalla riconversione dei sistemi di irrigazione dei terreni, dall’ammodernamento degli acquedotti, incentivando il riutilizzo delle acque reflue, prevedendo più controlli e un sistema di premialità e sanzioni senza dimenticare che la sfida del risparmio idrico passa anche per i regolamenti edilizi.

A rilevare situazioni preoccupanti c’è anche Federconsumatori che sottolinea il cospicuo numero di segnalazioni in merito alla scarsità di acqua e alle ordinanze emesse da molti sindaci che proibiscono l’uso dell’acqua dei pozzi privati ad uso potabile o irrigazione.

Come Federconsumatori”, sottolinea l’associazione, “riteniamo fondamentale denunciare non solo il problema della dispersione (che in media negli acquedotti italiani è del 35%) ma sottolineare il fatto che i cittadini pagano in ogni bolletta una “quota per investimenti, cioè una percentuale per l’ammodernamento della rete. Si tratta però di un servizio mai erogato: come stabilito da recenti sentenze, il cittadino non è tenuto a ripagare gli interventi straordinari e tantomeno l’eventuale approvvigionamento straordinario di acqua tramite autocisterne”.

E’ urgente realizzare un piano nazionale di investimento sull’ammodernamento degli acquedotti, che potrebbe avere tre effetti positivi: si evitano dispersione e inquinamento, si crea occupazione (perché si realizzano investimenti di cui tra l’altro si recupera il costo dalla mancata dispersione) utilizzando tecniche innovative e si introduce legalità, perché in molte zone lacqua, tramite le cisterne, viene controllata da organizzazioni illegali”, dichiara Emilio Viafora, Presidente di Federconsumatori.

Fonte: Help Consumatori