Organi dirigenti

tari

TARI: Federconsumatori chiede un incontro urgente all’Anci e mette a disposizione dei cittadini i moduli per la richiesta di rimborso

Stiamo ricevendo presso le nostre sedi (Federconsumatori Abruzzo: http://www.federconsumatoriabruzzo.it/sportelli/)  molte richieste di supporto da parte dei cittadini in relazione alla questione della quota variabile Tari, che diversi Comuni hanno applicato illegittimamente anche alle pertinenze delle utenze domestiche.

Continua a leggere»
Bullismo

La Polizia lancia YouPol, l’app per denunciare bullismo e spaccio

Un’app per denunciare episodi di bullismo, cyberbullismo e spaccio. La nuova iniziativa della Polizia di Stato si chiama YouPol ed è un’applicazione che permette di inviare segnalazioni, anche anonime, di bullismo e spaccio di droga, di inviare foto, video e link. Se serve, un pulsante rosso permetterà di fare una chiamata di emergenza. L’app è stata presentata ieri nell’Istituto “Lucio Lombardo Radice” di Roma.

Continua a leggere»
acciughe

Allerta: il Ministero della Salute comunica il richiamo di un lotto di filetti di acciughe per eccesso di istamina

Il Ministero della Salute ha comunicato che, a causa della presenza di istamina oltre i limiti consentiti, il lotto SK343A di filetti di acciughe in olio di oliva in vasetti da 80gr a marchio Athena commercializzati da Eurospin Italia s.p.a.

Le confezioni interessate, con scadenza 8 giugno 2018, vengono prodotte in uno stabilimento ad Agadir, in Marocco, e vengono importate dalla Sea Fish s.p.a. di Ospiate di Bollate (Milano).

I consumatori che abbiano acquistato una o più confezioni coinvolte non devono consumare il prodotto e a restituirlo presso il punto vendita di riferimento.

L’eccesso di istamina, sostanza che si forma naturalmente in seguito alla degradazione di un aminoacido presente in grandi quantità in alcune specie ittiche, può causare numerosi fastidi e malesseri, tra cui mal di testa, arrossamenti, prurito, nausea e vomito.

 

Agenzia delle entrate 1

Agenzia Entrate: “Non aprite quella posta” allerta per false email con virus

Arrivano email false con tanto di virus dal fisco, ma il fisco non c’entra nulla. Anzi, questa volta sono gli stessi cittadini a segnalare il rischio all’Agenzia delle Entrate, che ha messo in allerta i contribuenti: non aprire il file allegato, non collegarsi ai link, cancellare immediatamente l’email. L’Agenzia ha infatti diffuso una nota di allerta in cui informa che “stanno arrivando false mail col logo di Agenzia contenenti, in allegato, un pericoloso software (malware) che potrebbe infettare il computer o le utenze informatiche in uso”.

Continua a leggere»
Ford

Antitrust multa Volkswagen e Ford per offerta prezzi auto ingannevoli

Seat Ibiza a un prezzo allettante. Nuova Ford KA+ e Fiesta vendute con una promozione che era un vero affare. Con un particolare: la promozione era valida solo se si comprava l’auto con un finanziamento rateale. E la campagna pubblicitaria non faceva capire subito che al prezzo pubblicizzato non si poteva acquistare in contanti. Per questo l’Antitrust ha sanzionato Volkswagen Group Italia per 500 mila euro e Ford Italia per 400 mila euro.

Continua a leggere»
Cosmetici

Salute: abolite alcune sostanze nocive nella produzione di cosmetici.

Sono entrati in vigore i nuovi provvedimenti europei che eliminano o riducono notevolmente i quantitativi ammessi di alcune sostanze utilizzate nella produzione di cosmetici, ritenute nocive per la salute.

Le quantità legali di Mit (Methylisothiazolinone), ritenuto un conservante fortemente allergenico, sono state fortemente ridimensionate: le nuove normative prevedono che non si potrà superare la soglia dello 0,0015% nella composizione dei prodotti.

Dopo accurati esami, anche l’ossido di zinco è risultato nocivo se inalato, di conseguenza è stato definitivamente vietato nei cosmetici con spray. I prodotti già in commercio che contengono l’ossido di zinco potranno essere utilizzati fino a maggio 2018.

Altra sostanza messa al bando, utilizzata soprattutto nei cosmetici per le unghie, è la formaldeide, risultata anch’essa nociva e cancerogena per l’uomo. Pertanto, i commercianti che hanno in vendita o utilizzano, prodotti che contengono tale sostanza, dovranno ritirali dal mercato e smettere immediatamente di utilizzarli.

Pomodori 1

Alimentazione: bene l’obbligo di indicazione di origine per i derivati del pomodoro ma serve omogeneizzazione sul piano europeo. L’UE renda finalmente operativo il regolamento sull’etichettatura.

Il decreto interministeriale per introdurre l’obbligo di indicazione dell’origine dei derivati del pomodoro firmato dal Ministro Calenda e dal Ministro Martina rappresenta un passo avanti per la tutela del consumatore. Il provvedimento stabilisce che, analogamente a quanto previsto per prodotti lattiero caseari, pasta e riso, anche per conserve, concentrato di pomodoro, sughi e salse composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro prodotti in Italia, sia obbligatorio indicare il Paese di coltivazione e di trasformazione della materia prima. L’applicazione è prevista per una fase transitoria di due anni.

Continua a leggere»
Yogurt 1

Allerta prodotti: yogurt ai cereali Pittalis ritirato dai supermercati Simply per presenza di glutine non segnalato in etichetta.

Alcuni lotti di yogurt cremoso Cereali Pittalis – emozione Pittalis in confezione da 140 grammi prodotti dalla Pittalis srl sono stati richiamati dalla vendita dai supermercati Simply a causa di una non conformità dell’etichetta: sulle confezioni non è segnalata la presenza di cereali contenenti glutine, quindi si configurano rischi, anche gravi, por i soggetti affetti da celiachia o intolleranti al glutine. I lotti coinvolti riportano il codice EAN 8033201220795 con scadenza 31 ottobre 2017, 10 novembre 2017, 21 novembre 2017 e 23 dicembre 2017.

Le persone celiache o intolleranti al glutine che abbiano acquistato una o più confezioni dei lotti coinvolti non devono consumare il prodotto e sono invitati a restituirlo al punto di vendita per la sostituzione.

 

Blak list

Alimentazione: Coldiretti presenta la black list degli alimenti di importazione più pericolosi per la salute.

Nei giorni scorsi Coldiretti, associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana, durante il Forum Internazionale dell’Agricoltura e dell’alimentazione, ha presentato il dossier “La classifica dei cibi più pericolosi”.

Lo studio è basato sull’ultimo Rapporto del Sistema di Allerta Rapido Europeo, che ha registrato gli alimenti commercializzati nell’UE nel 2016 in cui è stata riscontrata la presenza di residui chimici, micotossine, metalli pesanti, inquinanti microbiologici, diossine o additivi e coloranti.

Continua a leggere»
Latte 4

Latte: scatta obbligo di indicazione d’origine in etichetta

Scatta definitivamente l’obbligo di indicare obbligatoriamente in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari come burro, formaggi, yogurt. È scaduto infatti il termine di 180 giorni fissato per smaltire le confezioni etichettate con il vecchio sistema. Il decreto relativo all’Indicazione dell’origine in etichetta della materia prima per il latte e i prodotti lattieri caseari, approvato congiuntamente dai ministri delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, e dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, per dare attuazione al regolamento (UE) n. 1169/2011 porta infatti la data del 19 aprile 2017.

Continua a leggere»