Sanità

Biotestamento

BIOTESTAMENTO: Garantire ai cittadini l’accesso agli strumenti previsti e vigilare sulla piena e corretta applicazione della legge

Il 31 gennaio 2018, è entrata in vigore una legge che ha segnato il raggiungimento di una delle maggiori conquiste di civiltà nel nostro Paese da molti anni a questa parte. Si tratta del provvedimento sul testamento biologico, che riconosce la possibilità di scegliere in anticipo quali trattamenti medici ricevere nel caso di gravi malattie e la libertà del paziente di rinunciare ad alcune terapie, in particolare alla nutrizione e all’idratazione artificiale. Si pone ora il problema di garantire l’effettiva applicazione della norma: su un tema tanto delicato e complesso è più che mai fondamentale assicurare ai cittadini il completo accesso a tutti gli strumenti previsti dalla legge, in primis in merito alle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat). La legge prevede l’esistenza di una apposita Banca dati delle Dat a livello nazionale o comunale, tuttavia perché il sistema sia pienamente operativo c’è ancora molto da fare: la Banca dati nazionale non è ancora attiva – e non lo sarà finché il Ministero della Salute non emetterà un decreto ad hoc – e, stando agli ultimi dati disponibili, i Comuni che ad oggi hanno istituito un registro relativo al testamento biologico sono solo 187 in tutta Italia.

Continua a leggere»
Difendiamo valori

“Costi ed Efficacia del Servizio Sanitario Nazionale” 30 ottobre Convegno Federconsumatori a Roma

Il 30 ottobre convegno sul tema:

Costi ed Efficacia del Servizio Sanitario Nazionale”, si terrà a Roma presso il Centro Congressi Frentani (Sala Taurini – via dei Frentani 4) e saranno presentati i dati raccolti in relazione all’indagine sul grado di soddisfazione e di fiducia dei cittadini nei confronti del Servizio Sanitario Nazionale.

Interverranno:

Andrea Pusceddu Vice Presidente Federconsumatori

Dott. Clemente Tartaglione che presenterà i risultati della ricerca;

Prof. Silvio Garattini Direttore Istituto ricerche “Mario Negri”;

Prof. Lucio Mango Direttore UOC Medicina Nucleare San Camillo Roma

Giacomo Carbonari ANIA-Consumatori

Il convegno sarà concluso da Emilio Viafora Presidente nazionale Federconsumatori

Il programma completo dell’evento è disponibile sul sito www.federconsumatori.it.

Per la partecipazione non è necessaria alcuna registrazione: è sufficiente presentarsi al convegno ed effettuare l’accredito al desk.

 

Salame felino

Allerta prodotti: Auchan richiama il salame felino Igp “La Felinese” per contaminazione da salmonella.

La nota catena di supermercati Auchan ha predisposto il ritiro dal mercato su tutto il territorio nazionale del salame felino Igp prodotto dal Salumificio La Felinese Salumi spa di Parma a causa di contaminazione da Salmonella spp. Il provvedimento riguarda i salami da 500 grammi appartenenti al lotto SF29E248 con scadenza 28 e 29 novembre 2017.

Chiunque abbia acquistato una o più confezioni coinvolte è invitato a non consumare il prodotto e riportarlo al punto vendita per ottenere la sostituzione. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’ufficio qualità della ditta produttrice al numero 0521/837711.

bonduelle

Bonduelle richiama lotto di “Spinaci millefoglie surgelati”

Bonduelle ha richiamato dal mercato un lotto di “Spinaci millefoglie surgelati” per la possibile presenza di mandragora, un’erba infestante velenosa. Il lotto di produzione del prodotto è 15986504-7222 45M63. Sono surgelati prodotti per Bonduelle da Gelagri Iberica con sede a Navarra, in Spagna. Si tratta di buste di spinaci surgelati da 750 grammi, con data di scadenza 08/2019. Il prodotto è stato richiamato, si legge sull’allerta del Ministero della Salute, per “sospetta presenza di foglie di mandragora” e non devono essere consumati.

La mandragora è una pianta che contiene alcaloidi con azione anticolinergica, che causano agitazione, allucinazioni e, nei casi più gravi, convulsioni e coma.

Il richiamo di prodotti è frequente e il Ministero della salute informa in modo puntuale di tali azioni attraverso il sito ufficiale:

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_3_5.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=avvisi&tipo=richiami&dataa=2017/12/31&datada=2016/01/01

sulla stessa pagina possono essere assunte altre informazioni riguardanti la sicurezza alimentare.

 

images

Sanità e nuovi Lea, arriva la Guida alle esenzioni per le malattie rare

Arriva la Guida alle esenzioni per le malattie rare con tutte le novità introdotte dai nuovi Lea.

La Guida è stata realizzata dall’ Osservatorio Malattie Rare in collaborazione con Orphanet-Italia e rappresenta uno strumento destinato ai pazienti, alle ASL e, più in generale, a quanti operano nel mondo sanitario, per facilitare l’accesso all’esenzione dal ticket e per orientarsi nelle novità introdotte dalla nuova normativa.

Continua a leggere»
Vaccini 3

Vaccini: entrato in vigore l’obbligo, tutto quello che occorre sapere

Il decreto sull’obbligo delle vaccinazioni, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 7 giugno, è in vigore e andrà convertito in legge entro il prossimo 6 agosto.

Le profilassi saranno requisito indispensabile per l’ammissione all’asilo nido e alla scuola dell’infanzia – quindi per i bambini da zero a sei anni – e sono obbligatorie, pena sanzioni e segnalazioni, per i ragazzi fino ai 16 anni che frequentano la scuola dell’obbligo.

Continua a leggere»
Medicine

Ddl concorrenza, Federconsumatori e Adusbef: liberalizzare farmaci fascia C

Liberalizzare i farmaci di fascia C, quelli prescritti dal medico ma totalmente a carico dei cittadini, e portarli fuori dal canale esclusivo delle farmacie: è quanto chiedono Federconsumatori e Adusbef, che hanno scritto al presidente e ai componenti X Commissione del Senato affinché, nella legge sulla concorrenza, venga reintrodotta la norma che prevede la liberalizzazione dei farmaci di fascia C. Un provvedimento che negli ultimi anni è costantemente naufragato, nonostante i tentativi fatti e le pressioni delle associazioni di parafarmacie e dei Consumatori.

Continua a leggere»
Sanità 2

Sanità: rilevanti novità dei LEA pubblicate in Gazzetta Ufficiale, aumentano le tutele per la maternità e le cure gratuite per malattie croniche e rare

Federconsumatori valuta positivamente la revisione annuale dei LEA per verificarne l’efficacia. Le novità più rilevanti tra quelle pubblicate in Gazzetta Ufficiale riguardano l’introduzione di procedure diagnostiche e terapeutiche, la sostituzione di prestazioni obsolete con altre tecnologicamente avanzate e l’introduzione della consulenza genetica e dell’adroterapia nonché di prestazioni ad alto contenuto tecnologico.

Altrettanto importante la revisione degli elenchi delle malattie rare e delle malattie croniche, le novità che saranno consentite per l’assistenza protesica e l’inserimento della procreazione medicalmente assistita con l’eterologa tra le prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale.

Sono stati inoltre introdotti nuovi vaccini: a tale proposito riteniamo particolarmente rilevante l’estensione del vaccino per il Papilloma virus anche agli adolescenti maschi e l’individuazione di prestazioni fruibili in esenzione.

 

Pesce crudo

Sicurezza alimentare: mangiare pesce crudo senza correre rischi

I ristoranti e le strutture ricettive, specie nelle località balneari, propongono spesso ai clienti specialità del territorio, con menu di pesce a prezzi fissi e puntando molto sulla freschezza dei prodotti.

Sempre più spesso vengono proposti piatti di crudi di mare, che potrebbero però essere molto pericolosi per la salute.

Infatti, come per la carne, anche per il pesce, la cottura rappresenta il miglior modo per garantire sicurezza del prodotto, poiché uccide eventuali batteri e parassiti che potrebbero causare infezioni o intossicazioni.

Continua a leggere»
Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin agli stati generali sulla ricerca sanitaria  a Roma, 27 aprile 2016.
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Lorenzin: Manager saranno valutati su riduzione liste attesa

”Ho intenzione di proporre l’inserimento nel mio decreto legislativo sulla nomina dei Direttori Generali delle aziende sanitarie di una norma che imponga di valutare i manager anche in relazione agli obiettivi di riduzione delle liste d’attesa”. Lo annuncia il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, commentando i dati Censis sugli italiani che rinunciano alle cure a causa delle code nelle liste d’attesa e delle difficoltà economiche.

Continua a leggere»