#diversipercheunici, Unar: da lunedì 18 marzo la Settimana contro il razzismo

Diversi perché unici. La locandina è pronta, l’hashtag per la campagna social e per raggiungere i più giovani anche. Da lunedì 18 marzo parte la Settimana di azione contro il razzismo, la campagna dell’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) – Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un’iniziativa di sensibilizzazione giunta ormai alla quindicesima edizione e in calendario fino al 24 marzo, che cade in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali del 21 marzo.

Quest’anno il tradizionale appuntamento sarà prolungato nel tempo: al posto di una sola settimana, infatti, le iniziative si protrarranno durante il mese di marzo con un programma promosso in tutta Italia, che coinvolgerà il mondo della scuola, delle università, dello sport e delle associazioni. Oltre a numerosi eventi territoriali, verrà lanciata una campagna di informazione dal titolo “Diversi perché unici” –  #diversipercheunici e uno spot che andrà in onda sulle reti Rai. L’obiettivo è di diffondere un messaggio di rispetto della diversità, di contrasto a ogni forma di discriminazione e di sostegno alle vittime.

Si parte a Roma lunedì 18 marzo alle 15.00. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ci sarà la conferenza “Testimoni” con molti ospiti che racconteranno storie di persecuzione e discriminazione legate ai temi della Shoah, del Porrajmos (lo sterminio di rom e sinti da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale) e del caporalato bracciantile. La conferenza si chiuderà con il concerto dell’Orchestra dei Braccianti, formata da 15 musicisti e lavoratori agricoli provenienti da Italia, India, Gambia, Ghana, Senegal, Nigeria, Libia, Tunisia, Francia. Molti di loro hanno conosciuto la piaga del caporalato bracciantile e alcuni vivono ancora nel ghetto di Borgo Mezzanone, a Foggia.

Mercoledì 20 e giovedì 21 marzo alla Città dell’Altra Economia ci sarà il Festival sulla cultura italiana di origine straniera “A ciascuno piace l’altro”, dedicato alla presenza degli immigrati di seconda generazione, con particolare attenzione alla loro produzione culturale. Sono previste mattinate dedicate agli studenti e tavole rotonde. Ci sarà anche una speciale passeggiata nell’area della stazione Termini, a cura di Guide Invisibili, un progetto di narrazione audio della città di Roma curato da venti giovani migranti. In agenda tavole rotonde sull’integrazione e sulla storia dell’immigrazione in Italia.

Fonte: Help consumatori