Direttrice adriatica e Ferrovie in Abruzzo, 30 novembre convegno a Pescara

Sarà presentata il 30 novembre presso la sala conferenze posta al 1° binario della stazione di Pescara C.le la V° edizione del “Libro nero” sulle ferrovie abruzzesi, si può definire la V° fatica che Tino Di Cicco, dirigente della Federconsumatori Abruzzo, già funzionario delle ferrovie dello stato e fondatore dell’Associazione consumeristica in Abruzzo, ha voluto regalare alla Sua Regione.

La sua è una passione civile, a Tino non va giù che cose ovvie e funzionali al miglioramento della qualità della vita delle persone non vengano fatte, talvolta, com’è purtroppo capitato, neanche quando gli stessi interventi non costano nulla; per fare solo due esempi la programmazione di un treno no-stop da Pescara a Roma che colleghi la Città adriatica alla Capitale in circa tre ore, gli utenti ne guadagnerebbero in sicurezza, stress, nessun inquinamento, ma a tutt’oggi, nonostante le richieste, chi programma i servizi insiste con il trasporto su gomma con tutto ciò che ne consegue.

Altro esempio l’utilizzo dei mezzi denominati “ETR 500” già utilizzati per la ‘freccia rossa’ sulle tratte dedicate ed oggi in disuso perché superati dai più moderni ‘ETR 1000’, l’utilizzo di questo materiale sulla Direttrice adriatica per le cosiddette ‘Freccia bianca’, unitamente alla riduzione del numero delle fermate, da limitare alle sole Ancona Rimini e Bologna, consentirebbe di raggiungere Milano da Pescara in poco più di 3 ore piuttosto che le attuali 5. Ebbene ancora nulla su questo fronte nonostante una sostanziale adesione del Ministero dei trasporti quando era diretto dal Ministro Del Rio.

Questa edizione è corredata da 28 schede su altrettante problematiche del trasporto ferroviario, registra il contributo di diversi tecnici e specialisti in materia.

L’incontro programmato sarà occasione utile per condividere con cittadini ed esperti del settore, le priorità enucleate dalla Federconsumatori nel campo della mobilità ferroviaria in Abruzzo e lungo la Direttrice Adriatica.

scarica l’allegato clickando qui

Antonio Delle Monache