RyanAir: dopo la segnalazione di Federconsumatori sui prezzi del bagaglio a mano Antitrust avvia procedimento per pratica commerciale scorretta e ingannevole

E’ di poche ore fa l’annuncio dell’avvio del procedimento Antitrust contro RyanAir in seguito alla segnalazione delle scorse settimane da parte di Federconsumatori sul nuovo regolamento tariffario per il trasporto dei bagagli a mano che sarà in vigore dal 1 novembre.

Nel momento in cui è stata annunciata la possibilità di portare a bordo gratuitamente solo una piccola borsa personale e l’obbligo di pagare una cifra compresa tra 8 e 10 euro per il trasporto del classico trolley da cabina, la Federconsumatori ha richiamato l’attenzione dell’Authority su un comportamento che costituisce a tutti gli effetti una pratica commerciale scorretta e ingannevole. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiesto chiarimenti a RyanAir, prospettando sanzioni pecuniarie e confermando la pressoché inesistente trasparenza tariffaria che caratterizza i prezzi imposti dalla compagnia irlandese: l’AGCM, dando pienamente ragione a Federconsumatori, ha sottolineato che il trasporto del bagaglio a mano è da considerare come un “elemento indispensabile del servizio di trasporto passeggeri”, quindi l’imposizione di un sovrapprezzo provoca una “falsa rappresentazione del reale costo del biglietto” che incide sulla comparazione con i prezzi applicati dalle altre compagnie. Ancora l’Autorità ha rilevato, così come segnalato da Federconsumatori, che le continue modifiche apportate al regolamento creano confusione negli utenti e aumentano “il rischio di incorrere in sovraccosti”.

Federconsumatori accoglie con favore l’intervento dell’Antitrust e, considerando che RyanAir non è nuova a comportamenti non esattamente corretti e trasparenti, esorta gli utenti a scegliere con cura il vettore al momento dell’acquisto del biglietto, comparando con la massima attenzione il prezzo finale, ed invita a segnalare qualsiasi tipo di problematica con la compagnia. Per informazioni e assistenza è possibile rivolgersi alle sedi della Federconsumatori, presenti su tutto il territorio nazionale, o allo Sportello SOS Turista al numero 059.251108 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30).