febbraio 2018

Lampada

Energia: riforma degli oneri di sistema, azioni di recupero contro l’evasione e bonus automatici

La proposta che Federconsumatori presenterà in fase di consultazione, insieme alle segnalazioni dei cittadini contro l’ipotesi di scaricare sulle loro tasche le morosità (soprattutto di piccole e medie imprese).

In relazione alla questione del recupero del mancato pagamento degli oneri di sistema da parte dei morosi addebitandolo in bolletta a tutti i cittadini, abbiamo palesato tutta la nostra contrarietà e il nostro disappunto.

Continua a leggere»
Telecomunicazioni 2

TELECOMUNICAZIONI: l’Antitrust avvia l’istruttoria, ipotesi di cartello per gli aumenti applicati dalle compagnie

La Federconsumatori già da settembre aveva denunciato la condotta scorretta.

Accogliamo con soddisfazione la notizia dell’avvio del procedimento istruttorio da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per l’ipotesi di cartello che abbiamo segnalato.

Continua a leggere»
treno3

Trasporti: grande soddisfazione per la nostra vittoria che ha determinato il cambiamento nelle modalità di vendita dei servizi di Trenitalia

Continueremo a vigilare contro abusi e pratiche scorrette.

Con un esposto all’Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza del 2014, la Federconsumatori (invitiamo a diffidare dalle rivendicazioni e dalle espressioni di soddisfazione di chi assolutamente in questa problematica è stato assente) ha evidenziato un comportamento particolarmente dannoso per i cittadini, messo in atto sul sito di Trenitalia.

Continua a leggere»
Energia 2

Energia: improponibile il disegno di scaricare su tutti i cittadini quanto non pagato dagli utenti morosi

Necessario arginare la povertà energetica e avviare una seria azione di recupero.

Troviamo a dir poco improponibile la misura dell’Autorità dell’Energia che vorrebbe scaricare sugli oneri generali delle bollette dei consumatori i circa 200 milioni di Euro di bollette elettriche non pagati dagli utenti morosi.

Continua a leggere»
tim

Bollette 28 giorni: il TAR RESPINGE RICORSO DI TIM

Confermate le ragioni degli utenti su fatturazione mensile e diritto di conoscere gratuitamente il proprio credito.

Rimaniamo in attesa di un esito positivo sui rimborsi.

 

Il pronunciamento del TAR del Lazio relativamente al ricorso proposto da Tim contro il ritorno della fatturazione mensile segna alcuni passaggi fondamentali ed estremamente positivi per i cittadini.

Continua a leggere»
tim telecom

TIM: Il Garante per la privacy sanziona Telecom Italia per promozioni senza consenso.

Nuove difese contro il telemarketing: pubblicata la Legge in Gazzetta Ufficiale.

Il Garante per la privacy ha ordinato a Telecom Italia il pagamento di una sanzione amministrativa di 840.000 Euro per aver effettuato telefonate promozionali senza consenso, nei confronti di tutti gli ex clienti che non avevano dato l’autorizzazione a ricevere chiamate commerciali o l’avevano revocata in precedenza.

Continua a leggere»
Dimagrire

Kilocal e Visislim sanzionate per pubblicità ingannevole

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria (Iap) ha comminato la settima multa alla nota azienda Kilocal per messaggi pubblicitari ingannevoli: negli spot, apparsi sul canale televisivo La7, e sul sito internet dell’azienda Poolpharma, viene presentato il prodotto come una soluzione al colesterolo alto.

Continua a leggere»
Vaccinazioni

Medici e pediatri: “I vaccini non hanno colore politico”

I vaccini non hanno colore politico e non vanno strumentalizzati”. Così pediatri e medici di base intervengono sul caso sollevato dalla mozione del Consiglio comunale di Roma su vaccinazioni e accesso alla scuola dell’infanzia. Dai medici arriva una decisa presa di posizione perché le vaccinazioni non siano considerate oggetto di dibattito fra chi è a favore e chi è contrario: sono uno strumento medico, non un campo sul quale esercitare dispute politiche. E servono a tutelare in primis i bambini, specialmente quelli che non possono essere vaccinati per ragioni mediche.

Continua a leggere»
Pasta e riso

Etichetta pasta e riso: dal 17 febbraio più trasparenza per i consumatori

Con un pacco di pasta imbustato in Italia su tre che è fatto con grano straniero senza alcuna indicazione per i consumatori, arriva l’etichetta d’origine per fare finalmente chiarezza su quello che è il prodotto simbolo del Made in Italy. Secondo quanto previsto dal decreto, dal 17 febbraio prossimo le confezioni di pasta secca prodotte in Italia dovranno avere obbligatoriamente indicato in etichetta il nome del Paese nel quale il grano viene coltivato e quello di molitura.

Continua a leggere»
Biotestamento

BIOTESTAMENTO: Garantire ai cittadini l’accesso agli strumenti previsti e vigilare sulla piena e corretta applicazione della legge

Il 31 gennaio 2018, è entrata in vigore una legge che ha segnato il raggiungimento di una delle maggiori conquiste di civiltà nel nostro Paese da molti anni a questa parte. Si tratta del provvedimento sul testamento biologico, che riconosce la possibilità di scegliere in anticipo quali trattamenti medici ricevere nel caso di gravi malattie e la libertà del paziente di rinunciare ad alcune terapie, in particolare alla nutrizione e all’idratazione artificiale. Si pone ora il problema di garantire l’effettiva applicazione della norma: su un tema tanto delicato e complesso è più che mai fondamentale assicurare ai cittadini il completo accesso a tutti gli strumenti previsti dalla legge, in primis in merito alle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat). La legge prevede l’esistenza di una apposita Banca dati delle Dat a livello nazionale o comunale, tuttavia perché il sistema sia pienamente operativo c’è ancora molto da fare: la Banca dati nazionale non è ancora attiva – e non lo sarà finché il Ministero della Salute non emetterà un decreto ad hoc – e, stando agli ultimi dati disponibili, i Comuni che ad oggi hanno istituito un registro relativo al testamento biologico sono solo 187 in tutta Italia.

Continua a leggere»