Treni: con nuovo algoritmo scatteranno rimborsi per abbonati

Sono entrate in vigore le nuove tariffe sovraregionali nei collegamenti ferroviari. E poiché l’adeguamento dei sistemi di vendita è previsto per aprile 2018, scatteranno i rimborsi per chi conserverà gli abbonamenti mensili o annuali – se il nuovo prezzo sarà inferiore a quello attualmente pagato. Una vittoria per le associazioni dei consumatori che da tempo si battono perché alle tariffe dei collegamenti ferroviari che interessano più regioni sia applicato un algoritmo di calcolo corretto. Quello sbagliato, usato per molto tempo, aveva portato rincari anche di 300 euro l’anno.

La Federconsumatori Abruzzo ha predisposto uno specifico servizio presso la propria sede regionale in via Pavone Bassani (Stazione Centrale FS) per l’esame della documentazione in possesso degli abbonati e l’avvio delle azioni di recupero. E’ possibile contattare l’Associazione via mail all’indirizzo: presidenza@federconsumatoriabruzzo.it 

“Dopo un lungo e puntuale confronto – informa una nota di Assoutenti – il Coordinamento delle Regioni ha accolto la richiesta delle associazioni dei consumatori e dei comitati pendolari di modificare, dal 1 ottobre 2017, l’algoritmo di calcolo delle tariffe sovraregionali su base proporzionale rispetto ai Km percorsi in ogni regione attraversata e che comporterà una riduzione dei prezzi degli abbonamenti, anche notevoli, per oltre il 90% dei passeggeri”.

Fino all’entrata in vigore della nuova tariffa, i titolari di abbonamento mensile o annuale matureranno il diritto a un rimborso, se dovuto dal conguaglio tariffario, solo esibendo gli abbonamenti per i mesi interessati. Questo verrà erogato, spiegano i Consumatori, con modalità che “verranno a brevissimo comunicate e comprenderà anche una quota per il periodo 1 luglio 2017 – 30 settembre 2017”. L’algoritmo abolito aveva causato una distorsione tariffa che nel tempo aveva provocato maggiori esborsi per le tratte sovraregionali rispetto a quelle regionali. Di fatto c’era stato un aumento delle tariffe dei treni sovraregionali su molte tratte, con ripercussioni per i pendolari stimate fino a 300 euro l’anno in più. Le associazioni dei consumatori attendono ora di conoscere, entro il mese di novembre, le modalità di rimborso degli abbonati anche per il pregresso periodo 1 gennaio 2012 – 20 giugno 2017.