aprile 2017

images

Bollette energia, no alle commissioni per pagamento online. Antitrust multa Engie Italia

No alle commissioni per il pagamento online con carta di credito delle bollette elettriche. L’Antitrust ha sanzionato per 200 mila euro Engie Italia Spa (già GDF Suez Energie s.p.a.) per pratica commerciale scorretta perché l’azienda applicava una commissione, di importo variabile da 1,5 a 5 euro, per il pagamento online delle bollette elettriche e del gas attraverso carta di credito.

E poiché la pratica è diffusa anche fra altri operatori, ha aperto cinque nuovi procedimenti nei confronti di di Edison Energia, Green Network, Sorgenia, E. On Energia e A2A Energia.

Continua a leggere»
Medicine

Ddl concorrenza, Federconsumatori e Adusbef: liberalizzare farmaci fascia C

Liberalizzare i farmaci di fascia C, quelli prescritti dal medico ma totalmente a carico dei cittadini, e portarli fuori dal canale esclusivo delle farmacie: è quanto chiedono Federconsumatori e Adusbef, che hanno scritto al presidente e ai componenti X Commissione del Senato affinché, nella legge sulla concorrenza, venga reintrodotta la norma che prevede la liberalizzazione dei farmaci di fascia C. Un provvedimento che negli ultimi anni è costantemente naufragato, nonostante i tentativi fatti e le pressioni delle associazioni di parafarmacie e dei Consumatori.

Continua a leggere»
Vieni in Federconsumatori

Sostieni la Federconsumatori sottoscrivendo il 5xMille cf: 97060650583

Cari amici,

è da oltre 25 anni che la Federconsumatori tutela e difende i diritti dei cittadini.

Un’attività incessante, che è cresciuta negli anni grazie alla fiducia ed alla stima che Voi ci avete conferito.

Chi segue la Federconsumatori sa, infatti, che non ci limitiamo ad assistere i cittadini quotidianamente, attraverso la nostra capillare rete di sportelli che, siamo orgogliosi di poter dire, è la più radicata e presente a livello territoriale. La nostra azione va oltre e assume direzioni sempre più ambiziose.

Continua a leggere»
Telefono cellulare

Telefonia, Parlamento Ue elimina ultimo ostacolo: dal 15 giugno niente più roaming

Il Parlamento europeo ha rimosso l’ultimo ostacolo sulla via della definitiva abolizione del roaming per la telefonia mobile in Europa. L’abolizione del sovrapprezzo per le comunicazioni in roaming, programmata per il 15 giugno 2017, consentirà ai consumatori di telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile mentre si trovano in altri Stati dell’UE senza pagare tariffe aggiuntive “Questa è una grande vittoria per i consumatori europei”, ha dichiarato la relatrice Miapetra Kumpula-Natri (S&D, FI). “Possiamo celebrare il fatto che dal 15 giugno non ci saranno più tasse sul roaming. Gli utenti europei in viaggio potranno controllare le proprie e-mail, usare le mappe, caricare foto sui social media, telefonare e scrivere messaggi a casa senza costi aggiuntivi”.

Continua a leggere»
Asilo nido

Buono Nido, arriva il Bonus di mille euro l’anno

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto presidenziale che fissa le modalità di erogazione del buono di mille euro su base annua per la fruizione dell’asilo Nido.

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DPCM 17 Febbraio 2017 che reca le modalità attuative per l’erogazione del buono per frequentare gli asili nido previsto nell’ultima legge di bilancio (art. 1, co 355 della legge 232/2016). La misura consiste in un buono di mille euro su base annua, erogato direttamente al genitore richiedente con cadenza mensile per undici mensilità (circa 90,9€ al mese), per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati di ciascun bimbo nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in poi.

Continua a leggere»
Terremoto 2

Sisma, Autorità vara agevolazioni su bollette di energia e acqua

Nelle bollette di energia e acqua saranno azzerati per 36 mesi i costi per le tariffe di rete e gli oneri di sistema, mentre alla ripresa della fatturazione si dovrà rateizzare su due anni: questo il provvedimento preso dall’Autorità per l’energia, che dopo la sospensione di sei mesi del pagamento delle bollette di energia elettrica, gas e acqua decisa subito dopo i terremoti che hanno colpito il Centro Italia (del 24 agosto e successivi), ha disposto nuove agevolazioni. Queste sono destinate alle popolazioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, come identificate dai provvedimenti delle autorità.

L’Autorità per l’energia ha infatti stabilito, si legge in una nota stampa, che a partire dalla data degli eventi sismici, per 3 anni siano azzerate tutte le componenti tariffarie delle bollette di energia elettrica e gas, cioè non si pagheranno i costi relativi al trasporto e misura dell’energia e quelli per gli oneri generali di sistema; ugualmente per le utenze del servizio idrico non verranno applicati i corrispettivi tariffari per acquedotto, fognatura, depurazione e le componenti tariffarie UI di perequazione (l’azzeramento, applicabile solo sulle componenti regolate, per il cliente tipo sulla spesa media annua vale una riduzione di circa 200 euro sia per la bolletta elettrica che per quella gas, mentre copre il 100% della bolletta del servizio idrico). Inoltre, alla ripresa della fatturazione gli importi relativi agli eventuali consumi dovranno essere rateizzati per un periodo minimo di 24 mesi, senza interessi. Per tutte le forniture verranno poi eliminati tutti i costi per nuove connessioni, disattivazioni, riattivazioni e/o volture.

Il provvedimento è contenuto nella deliberazione 252/2017/R/com dell’Autorità ed è dedicato ai cittadini la cui abitazione si è resa inagibile a seguito degli eventi sismici dei mesi scorsi. Le agevolazioni saranno applicate in modo automatico a tutte le utenze che già esistevano nei comuni colpiti dal sisma e anche a quelle delle strutture abitative di emergenza e sono cumulabili con il bonus elettrico e gas o con eventuali meccanismi di sostegno locali per la fornitura idrica. Le agevolazioni invece dovranno essere richieste per le utenze di abitazioni danneggiate in altri Comuni – delle regioni interessate dal sisma – che però non sono stati inseriti negli elenchi previsti dai provvedimenti legislativi; per le utenze nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto; per le utenze o forniture temporanee e per le utenze situate nei moduli abitativi provvisori (MAP). Viene garantita la portabilità delle agevolazioni: potranno infatti essere riconosciute a chi si è trovato con la propria abitazione inagibile ed è stato costretto a trasferirsi in altre località, anche in comuni diversi da quelli coinvolti dagli eventi sismici e sia in grado di produrre la documentazione che attesti l’inagibilità della propria abitazione.

Fonte: Help consumatori

 

gas-2

Autorità Energia: ripristino veloce per contratti di elettricità e gas non confermati

Per i contratti di energia e gas non confermati, i consumatori potranno aderire alla procedura di ripristino veloce per tornare al vecchio fornitore. Le nuove regole dell’Autorità energia entreranno in vigore dal primo maggio prossimo e prevedono che “nel caso in cui il passaggio ad un nuovo fornitore di energia elettrica e/o gas avvenga senza rispettare le regole preventive per la conferma del contratto, dopo il reclamo il cliente potrà aderire in modo volontario alla procedura di ripristino veloce per tornare al vecchio fornitore”. Per i clienti domestici, dunque, sarà solo su base volontaria ed esplicita l’adesione al ripristino, “una sorta di conciliazione preventiva – spiega l’Autorità – con il ritorno veloce al vecchio fornitore”.

Continua a leggere»
Gentiloni

Senza mercato tutelato aumenti fino al 30% – Appello a Gentiloni

Il Ddl concorrenza non smette di preoccupare le associazioni dei consumatori: “è inaccettabile e pericolosa la possibilità che esso venga approvato nell’attuale stesura”, dicono Federconsumatori, Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Codacons, CTCU, Federazione Confconsumatori, Lega Consumatori, Unione Nazionale Consumatori nella lettera che hanno inviato al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

Continua a leggere»
vodafone

Vittoria per Federconsumatori Abruzzo. Vodafone condannata.

Il Giudice riconosce il “danno esistenziale ” e obbliga Vodafone a pagare il risarcimento.

 Il Giudice di Pace di Pescara con una sentenza innovativa ha riconosciuto IL DANNO ESISTENZIALE per disservizi provocati da una compagnia telefonica.

In particolare il Giudice ha condannato la Compagnia Telefonica al risarcimento del danno, ex art. 2059 c.c., poichè l’illecito commesso ha inciso “SUI VALORI DELLA PERSONA GARANTITI COSTITUZIONALMENTE, QUALI IL DIRITTO ALLA RISERVATEZZA E ALLA TUTELA DEI DATI PERSONALI”.

Continua a leggere»
AAEEGGII

Sisma, Federconsumatori: ritardi e mancanze da parte dell’Autorità per l’Energia

Ancora ritardi da parte dell’Autorità per l’Energia, nell’applicazione delle disposizioni normative relative alle misure in favore delle popolazioni colpite dal sisma, contenute nel decreto legge n. 189 del 24 agosto 2016. La denuncia è di Federconsumatori Marche. L’associazione ha richiesto all’Authority un incontro urgente per fare il punto sulla situazione post-sisma e chiedere l’emissione di una delibera, contenente indicazioni precise a cittadini e operatori sul pagamento di tutte le bollette di luce, gas e acqua, temporaneamente sospese dopo il terremoto.

Continua a leggere»