Controlli sulle caldaie: con quale periodicità effettuare i test di efficienza energetica? E quali sono le sanzioni per chi trasgredisce?

Con l’arrivo dell’autunno sono molte le famiglie che si apprestano a riattivare i riscaldamenti delle abitazioni e che, di conseguenza, devono affrontare il problema della manutenzione e dei controlli di efficienza energetica delle caldaie.

controllo e manutenzione degli impianti termici sono due cose ben distinte e si effettuano con periodicità diverse l’una dall’altra.

Il controllo dell’impianto termico è la verifica del grado di funzionalità ed efficienza di un apparecchio o di un impianto termico eseguita da operatore abilitato ad operare sul mercato, sia al fine dell’attuazione di eventuali operazioni di manutenzione e/o riparazione sia per valutare i risultati conseguiti con dette operazioni;

la manutenzione è l’insieme degli interventi necessari, svolte da tecnici abilitati operanti sul mercato, per garantire, nel tempo la sicurezza e la funzionalità e conservare le prestazioni dell’impianto entro i limiti prescritti.

Quanto alla frequenza dei controlli non è stabilita per legge. Si tratta di una novità introdotta con il DPR 74/2013 nel quale per l’appunto è previsto che gli elementi da sottoporre a manutenzione e la periodicità di quest’ultima deve essere stabilita dalla ditta installatrice nel caso di nuovo impianto e da quella manutentrice nel caso di impianti esistenti. In assenza di queste istruzioni o queste non siano più disponibili le operazioni di manutenzione devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con periodicità contenute nelle istruzioni tecniche fornite dal fabbricante; in mancanza delle suddette prescrizioni la manutenzione ed il controllo devono essere eseguite di regola con cadenza biennale, salvo diversa e motivata attestazione del manutentore (art. 3 comma 2- lettera c- L.R. 4 luglio 2015, n. 18)

Al termine del controllo al cliente dovrà essere rilasciato un report, redatto in tre copie: una per il tecnico, una per l’utente e una che il manutentore invierà all’Autorità competente per le ispezioni; dette Autorità, e fino al 31 dicembre 2016, in Abruzzo sono la Provincia dell’Aquila e per le provincie di Pescara, Teramo e Chieti rispettivamente:

Agena (Agenzia per l’Energia e l’Ambiente della Provincia di Teramo)

OPS (Organizzazione Progetti e servizi s.p.a. Chieti)

Provincia e ambiente spa (Pescara)

Quanto al costo di tali operazioni la Federconsumatori Abruzzo ha stipulato convenzioni con due primarie aziende che operano sul mercato:

– Novatec tel 085.4170076 (accordo biennale di manutenzione a 39 euro ogni anno; di assistenza tecnica a 69 euro l’anno; manutenzione annuale a 45 euro);

– Tecnoclima service di Cannella Massimo tel. 085 4718018 (65 euro ogni anno per la manutenzione).

Il responsabile dell’esercizio e della manutenzione che non ottempera all’obbligo di mantenere in esercizio gli impianti termici e di provvedere affinché siano eseguite le operazioni di controllo e manutenzione previste  è punito con la sanzione amministrativa da 500,00 (cinquecento) euro a 3.000,00 (tremila) euro.

Infine un accenno riguarda il nuovo modello di libretto di impianto che sostituisce sia il vecchio libretto riguardante i piccoli impianti monofamiliari (inferiori a 35 kW) che quello riguardante gli impianti più grandi (superiori a 35 kW). Il nuovo libretto si applica agli impianti di riscaldamento tradizionali, agli impianti di climatizzazione estiva ed anche ai nuovi impianti alimentati da cogeneratori o allacciati al teleriscaldamento. Il libretto è di tipo modulare, pertanto, sono da compilare soltanto le pagine e le sezioni che sono pertinenti al caso specifico. Il responsabile dell’impianto, con l’aiuto del proprio manutentore, deve sostituire il vecchio libretto, che comunque va conservato, con il nuovo. La sostituzione deve essere effettuata contestualmente alla prima manutenzione eseguita dopo il 15 ottobre 2014 (modelli di libretto di impianto modulari e compilatili a video sono scaricabili gratuitamente dal sito del Comitato Termotecnico Italiano: www.cti2000.It , http://www.cti2000.it/index.php?controller=pubblicazioni&action=show&id=36294).