Carta TUTTO TRENO, ESTENSIONE REGIONALE e ABBONAMENTO SETTIMANALE

Le proposte della Federconsumatori Abruzzo alla Regione

Fra poco dovrebbe essere firmato il nuovo Contratto di Servizio tra Regione Abruzzo e Trenitalia.

Speriamo che in questa circostanza i Responsabili istituzionali preposti alla tutela degli interessi dei cittadini abruzzesi sappiano imporre, fra l’altro, a Trenitalia :

l’istituzione anche per i viaggiatori regionali abruzzesi della Carta Tutto Treno, con la quale gli abbonati ai treni regionali, pagando una piccola integrazione , possono utilizzare anche tutti gli altri treni circolanti sulla relazione cui sono interessati ( compresi intercity e Frecce varie). Questa possibilità è stata resa possibile, per decisione in ambito regionale, in quasi tutte le altre regioni, non è però ancora possibile per gli abbonati abruzzesi.

  • l’istituzione della soluzione Estensione Regionale, in modo da consentire agli abbonati ai treni della Passeggeri ( intercity e Frecce varie), pagando il 5% in più del costo dell’abbonamento, la possibilità di utilizzare anche i treni regionali.
  • l’istituzione dell’abbonamento settimanale anche in Abruzzo per facilitare l’utilizzazione dei mezzi pubblici nel campo della mobilità.

 

Naturalmente siamo consapevoli che da queste proposte non deriva la soluzione dei problemi del trasporto pubblico della nostra regione, siamo però convinti che l’attivazione della Carta Tutto Treno, l’Estensione Regionale e l’Abbonamento Settimanale, potranno facilitare l’utilizzo dei mezzi pubblici ai nostri corregionali. E facilitando l’utilizzazione dei mezzi pubblici, può migliorare anche la qualità complessivo dell’investimento pubblico nel campo della mobilità.

Noi possiamo capire che non sia facile trovare 2 miliardi da investire sulla linea Pescara-Roma per ridurre la percorrenza a poco più di due ore, ma obbligare Trenitalia a rendere fruibile anche in Abruzzo l’abbonamento settimanale, non costa niente; è difficile capire perché quello che è possibile nelle altre regioni continui ad essere impossibile in Abruzzo.

Federconsumatori Abruzzo

osservatorio regionale mobilità