luglio 2016

canone rai 2

CANONE RAI: Arrivano le prime bollette e … i primi problemi

In questi giorni stanno arrivando le prime bollette di energia elettrica che includono i 70 euro di canone anche per gli utenti che hanno presentato la dichiarazione di non detenzione della tv e abbiamo ricevuto richieste e segnalazioni in ordine a diverse problematiche:

1 – A casa ho un televisore, quindi sono tenuto al pagamento del canone, tuttavia ho ricevuto la bolletta emessa dopo il 1 luglio e all’interno non è presente alcun addebito per l’abbonamento radiotelevisivo: cosa devo fare? Nulla. E’ infatti possibile che alcune aziende che erogano l’energia elettrica non siano riuscite ad addebitare il canone prima dell’emissione delle bollette successive al 1 luglio. L’importo del canone verrà comunque addebitato nella bolletta successiva.

Continua a leggere»
RAEE6

Piccoli elettrodomestici: entrato in vigore decreto per ritiro obbligatorio

E’ entrato in vigore  il  22 luglio 2016, il decreto del Ministero dell’Ambiente n. 121 del 7 luglio, che prevede per i negozi di grandi elettrodomestici l’obbligo di ritirare gratuitamente i vecchi dispositivi di piccole dimensioni, come smartphone, tablet, phon e rasoi, per provvedere ad un corretto smaltimento degli stessi.

Continua a leggere»
Wind

Compagnie Telefoniche: ancora rimodulazioni tariffe. Come recedere dal contratto

Continuano, purtroppo, i casi di modifica di tariffazione da parte delle compagnie telefoniche ai danni di ignari consumatori. Questa volta a cambiare le carte in tavola è Wind: l’azienda ha comunicato che anche i piani tariffari dei vecchi utenti, come già avvenuto per quelli dei nuovi clienti, saranno rimodulati a 28 giorni. In questo modo le fatture a carico degli utenti saranno 13 (e non più 12) con un aumento che l’Agcom stima intorno al 7%. Si tratta quindi di un escamotage per creare una sorta di “tredicesima mensilità”.

Continua a leggere»
treni-in-corsa

Ritardo treni: TRENITALIA CONDANNATA

Il giorno 11.03.2015 la Federconsumatori Abruzzo ha presentato un esposto all’ART (Autorità di Regolazione dei Trasporti) per i continui ritardi subiti dai pendolari tra Avezzano e Roma.

Continua a leggere»
carichieti

“Quattro banche”, arrivano i primi rimborsi: come fare per ottenerli

Mancano ormai pochi giorni al 22 luglio, data a partire dalla quale, tutti gli obbligazionisti delle quattro banche che posseggono i requisiti previsti dalla legge, potranno presentare un’istanza di rimborso. Per avere diritto all’80% dei rimborsi, sarà necessario compilare il “modulo standard di richiesta dell’indennizzo forfettario”, messo a disposizione dell’investitore, e allegare alcuni documenti.

Continua a leggere»
Agenzia di viaggio

Pacchetti turistici: se qualcosa non va ora il rimborso si chiede al tour operator

Il conto alla rovescia per le vacanze estive è ormai alle porte. Quest’anno però, chi ha scelto di lasciarsi organizzare le ferie da un’agenzia di viaggi o da un tour operator deve tenere presenti alcune novità, specie nel caso in cui la vacanza non fili liscia come sperato. In caso di insolvenza o fallimento da parte dell’organizzatore del viaggio infatti bisogna far una distinzione in base al periodo in cui si è fatto l’acquisto. La data spartiacque è quella del 1°luglio che coincide con la chiusura del Fondo nazionale di garanzia per il consumatore del pacchetto turistico.

Continua a leggere»
Parchimetro

La sosta diventa gratis se il parchimetro non ha il POS

Se il parchimetro non è munito di Pos per il pagamento della sosta con bancomat e carte di credito, il parcheggio nelle strisce blu è gratis e non si incorre in multe e rimozioni. A sostenerlo è lo Studio Cataldi. A partire dal 1° Luglio, infatti, “è scattato l’obbligo imposto dalla legge di Stabilità 2016 per i comuni di adeguare i dispositivi di controllo della durata della sosta a pagamento per consentire i pagamenti con bancomat o carte di credito”.

Continua a leggere»

Tragedia di Corato, intervista a Tino Di Cicco

Ferrovia Bari nord

Disastro Puglia: No a speculazioni Si a analisi di tutte le responsabilità

Ci sono eventi, come il disastro ferroviario di Puglia, determinati da carenze di sussidi tecnologici, ma forse anche da particolari guidati più dalla fatalità che dal libero arbitrio del capostazione.

Quando si parla di “errore umano” sarebbe interessante capire se il macchinista morto tra i rottami ha scelto di “errare” consapevole del fatto che poi sarebbe morto? Oppure il capostazione che ha dato il benestare ha deciso di sbagliare per finire la sua vita in galera?

Continua a leggere»
730_precompilato-inps

730 Precompilato: come correggere spese non più detraibili?

Un contribuente che nel 730 precompilato si sia dimenticato di dichiarare dei redditi o abbia indicato oneri deducibili o detraibili in misura superiore a quella spettante, per rimediare, può solo presentare il modello Unico Persone fisiche (fino al 20 giugno, invece, era possibile annullare il 730 già trasmesso e inviare, tramite l’applicazione web, una nuova dichiarazione). Dovrà pertanto pagare direttamente le somme dovute, compresa la differenza rispetto all’importo del credito risultante dal modello 730, che verrà comunque rimborsato dal sostituto d’imposta. Il modello Unico Persone fisiche può essere presentato entro il 30 settembre 2016 (correttiva nei termini) oppure entro il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione (dichiarazione integrativa).

Fonte: Fisco Oggi, Rivista Telematica dell’Agenzia delle Entrate – articolo di Gianfranco Mingione