Vaccini, Federconsumatori: giusta la richiesta di avere più trasparenza

Oligopolio e scarsa trasparenza informativa: sono questi i tratti che caratterizzano il mercato dei vaccini a livello mondiale, così come in Italia. I dati che certificano ciò che da tempo era già noto sono stati presentati questa mattina dall’Autorità Antitrust che, circa un anno fa, aveva avviato un’indagine conoscitiva su “I mercati dei vaccini ad uso umano”. Commentando la notizia, Federconsumatori rimarca il diritto dei cittadini di essere informati sulla reale necessità, sulle caratteristiche e sugli eventuali rischi di ogni vaccinazione. La salute ed il benessere dei cittadini deve prevalere su qualsiasi logica “di mercato” relativa a questo delicatissimo ambito. In attesa del nuovo piano di prevenzione vaccinale è necessario chiedere, ma soprattutto ottenere trasparenza, informazione, accesso ai dati. L’Autorità infatti ha sottolineato la necessità di “scelte mediche univoche e trasparenti”.

“Parlamento, Governo e Regioni”, si legge in una nota dell’associazione, “hanno la responsabilità di fornire risposte alle richieste di modificare e semplificare la normativa per passare dai vaccini obbligatori e raccomandati ai vaccini essenziali, con particolare attenzione all’obiettivo della sostituibilità tra prodotti destinati a prevenire una stessa malattia, avviare politiche sanitarie e scelte mediche trasparenti e mirate a determinare una domanda corretta e soprattutto risposte adeguate alla esigenze di salute dei cittadini del nostro Paese; rendere possibile la conoscenza e garantire l’espressione consapevole e informata del consenso”.