Mare pulito, fiumi puliti…………… lavoro pulito !!!!

La messa in sicurezza, la prevenzione e la valorizzazione del territorio, una nuova etica pubblica e il rispetto del patrimonio comune sono scelte prioritarie per il nostro Paese.

Il territorio è una risorsa pubblica di interesse strategico,  è un bene comune che deve essere tutelato, mantenuto e valorizzato.   La tutela e la manutenzione del territorio, la bonifica dei fiumi e del mare,

le bonifiche dei siti inquinati, la messa in sicurezza antisismica degli edifici, l’efficientamento energetico degli stessi, a partire da quelli pubblici, la tutela del patrimonio artistico e culturale, sono le “grandi opere” di cui ha bisogno il nostro Paese.

La CGIL di Pescara, la FILCAMS,  la FEDERCONSUMATORI Abruzzo ,in relazione alla manifestazione che si terra’ a Pescara il giorno 12 Marzo marzo e più complessivamente riguardo alla battaglia per  i fiumi e il mare puliti, chiedono che  gli impegni assunti dalle Autorità regionali per finanziare la costruzione e l’ammodernamento degli impianti di depurazione siano resi immediatamente operativi.

Ciò premesso, considerata la mole dei finanziamenti annunciati ritengono che agli stessi annunci debba seguire un cronoprogramma che tenga conto dell’emergenza e della straordinarietà del momento.

Le organizzazioni firmatarie vigileranno per garantire il rispetto degli impegni che saranno assunti dalle Istituzioni competenti.

Ritenendo inoltre che questi investimenti, pur rilevanti, saranno scarsamente efficaci se non si contrastano in modo effettivo gli scarichi abusivi, purtroppo largamente presenti lungo tutto il corso del Fiume Pescara (non solo) e dei suoi affluenti, rinnovano la proposta della costituzione di una task force composta da più Forze di Polizia (Municipale, Provinciale, Guardia Forestale, ecc.) coordinata dalla Prefettura che operi su un ampio territorio non solo comunale e non solo nell’ambito di una sola provincia.

I Firmatari infine, considerata l’importanza che il settore balneare e turistico ricettivo riveste per tutta l’economia regionale, sia in termini di fatturato che in termini di addetti, chiedono che accanto allo slogan “Mare pulito e fiumi puliti ” campeggi anche quello di “Lavoro pulito”

Il lavoro è componente essenziale nella filiera produttiva di questo settore: non si costruisce il futuro senza una giusta e corretta considerazione di questa componente.

Il superamento di vere e proprie forme di sfruttamento della manodopera, l’uso smoderato del sistema dei voucher,del lavoro nero ed irregolare, deve costituire, pertanto, la condizione e il vincolo per ogni ipotesi di sviluppo del settore.

La condizione lavorativa, il rispetto dei diritti, la piena valorizzazione della forza lavoro rappresentano questioni ineludibili per un sistema turistico che intenda puntare alla qualità e alla diversificazione dei propri prodotti.

Per quanto riguarda l’occupazione nel turismo occorre riflettere non solo su quanti nuovi posti di lavoro il settore è in grado di far crescere, ma soprattutto quali professionalità, quali competenze, quali nuovi profili professionali .

In questo senso, il tema della formazione del personale costituisce un fattore determinante per la qualità e lo sviluppo del settore.

Adesione quindi alla battaglia per la tutela dell’ambiente:

  • per una economia turistica più solida,
  • per la concretezza degli obiettivi e dei tempi di attuazione dei programmi necessari
  • per il rispetto di quanti da questo settore traggono risorse per se’ e per le proprie famiglie
  • per il rispetto del lavoro !!!Nella convinzione che solo un nuovo modello di sviluppo sostenibile dal punto di vista sociale-economico-industriale-ambientale, possa garantire giustizia sociale, equità, piena occupazione, rispetto per la Terra e per le future generazioni.Camera del Lavoro -CGIL Pescara
  •  Pescara li. 3 marzo 2016
  • Federconsumatori Abruzzo
  • CGIL Pescara
  • FILCAMS –Pescara