Assemblea regionale di Federconsumatori Abruzzo

Assemblea regionale di Federconsumatori Abruzzo per la elezione del Presidente regionale e per discutere dei problemi conseguenti alle decisioni riguardanti Soci ed obbligazionisti Carichieti, Banca Marche e Banca Etruria.

Il Direttivo  regionale, tenutosi a Francavilla nel pomeriggio del 21 dicembre con la partecipazione del Vice Presidente nazionale di Federconsumatori Sergio VEROLI, ha proceduto alla elezione del nuovo Presidente regionale in sostituzione di Ernino D’Agostino recentemente e prematuramente scomparso, nella persona di Antonio TERENZI.

Dopo questo adempimento l’incontro è proseguito, con la partecipazione di oltre 60 cittadini, prevalentemente clienti della Carichieti, ma anche di Banca Marche e di Banca Etruria, (banche tutte presenti ed operanti sul territorio abruzzese), vittime delle vicende che hanno coinvolto i tre Istituti bancari con l’azzeramento dei valori dei titoli sottoscritti.

Diversi intervenuti hanno testimoniato il loro disagio per aver perso le  liquidazioni di fine rapporto o i risparmi di una vita per il semplice fatto di aver affidato la loro fiducia alla banca del territorio, spesso l’unico sportello presente nella loro piccola realtà.

All’incontro ha preso parte l’Avvocato Vincenzo Di Lorenzo, responsabile della Consulta legale della Federconsumatori che ha esposto le linee di difesa che l’Organizzazione intende seguire e l’attività che deve essere svolta per acquisire la documentazione necessaria per attivare l’iniziativa a tutela dei cittadini per il recupero delle somme perdute.

Nelle sue conclusioni il Vice Presidente Nazionale Sergio VEROLI ha sottolineato la specificità della vicenda che per la prima volta ha visto in Italia il coinvolgimento dei Soci e clienti delle banche stesse nelle operazioni di salvataggio, ma nel contempo ha richiamato le responsabilità degli organi di controllo, in primis Banca d’Italia e Consob che non hanno vigilato in modo adeguato e quindi contribuito a prevenire l’attuale difficile situazione.
Veroli ha quindi affermato che la Federconsumatori ha presentato esposti presso tutte le Procure dei territori interessati dalle diverse banche perché si faccia piena luce sulle responsabilità.

Poichè ogni caso è diverso dall’altro, ogni azione nei confronti dei responsabili non potrà che essere individuale e pertanto la Federconsumatori mette a disposizione di tutti i cittadini interessati i propri incaricati presenti presso gli sportelli diffusi su tutto il territorio regionale per attivare ogni azione necessaria.

Scarica il comunicato stampa in PDF